giovedì 22 novembre 2012

Ancora la zucca....

Eccomiiiiii...Come state? Mi siete mancati!!!
Volevo finire la mia giornata con voi perché come al solito vi ho trascurato, e visto che oggi è stata una di quelle giornate grigie...ma grigie dentro... perché fuori c'è stato anche il sole per qualche ora...ma a me non è pervenuto, insomma dicevo... non volevo sprecare del tutto la mia giornata, così ho deciso di tirare fuori una foto dalla macchina fotografica (...anche quello non lo facevo da troppo tempo...) e lasciarvi questa ricettuzza!! E già ora mentre vi scrivo sto meglio!!!!
Non vi ho ancora confessato che mi ha preso la fissa per la zucca e per fortuna ce ne sono ancora in abbondanza :-) si potrà anche congelare?? Ba!

Il piatto rubato al commensale (rischiando non poco...) per fare la foto, mi ha permesso uno scatto veloce veloce, mentre, tutti intorno già mangiavano, ma rende bene l'idea che ne dite???...una ricetta semplicissima che non vi deluderà!




La pasta che ho usato è di quelle che rende speciale ogni piatto...
i "fusilloro" del Pastificio Verrigni, Antico Pastificio Rosetano



 INGREDIENTI PER UNA PERSONA AFFAMATA
Pasta in quantità adeguata alla vostra fame! :D
Zucca 100 grammi
Mezza Cipolla
Pancetta affumicata 60 grammi
Parmigiano in abbondanza...
Olio extra vergine di oliva qb
sale pepe qb

PREPARAZIONE
Fate bollire l'acqua e salate, quando raggiunge il bollore buttate la pasta, nel frattempo scaldate una padella antiaderente, mettete un cucchiaino d'olio e la pancetta tagliata a cubetti, tagliate a pezzetti la cipolla e la zucca e incorporate tutto insieme, fate cuocere  per una decina di minuti, o fino a cottura della zucca..ma non la spappolate mi raccomando, se rimane leggermente tosta è più buona!! :D
Scolate la pasta al dente, aggiungetela nella padella con la zucca, unite un'abbondante spolverata di parmigiano e continuate la cottura per un minuto ancora! Impiattate, una grattugiata di pepe e...buon appetito!!!
L'OcA Bonga 
  
  



lunedì 8 ottobre 2012

Toc Toc è permesso??

Toc Toc è permesso?? C'è nessuno?? :D
Sii...il blog è mio e posso entrare quando voglio...ma voi ci siete ancora dall'altra parte a leggermi?? Spero tanto di si.....qualcuno di voi sa che è stata un'estate molto difficile questa, anche quest'anno come purtroppo l'anno scorso, abbiamo perso una persona cara in famiglia e ha lasciato, hanno lasciato un vuoto enorme...
Le parole sono state le prime a venir meno, poi la voglia di fare a fatto il seguito...
Ma bisogna che tutto, piano piano, torni alla normalità per quanto possibile e visto che ho ricominciato da poco a cucinare riprendo anche a stare con voi, a condividere ricette e a fare chiacchere. Per fortuna questo autunno ci sta deliziando con  bellissime giornate di sole e di caldo e tutti cercano ancora l'ombra... dalla vecchina Rosi =^:^=


 al giovincello Guelfo =^:^=


il sole ha fatto maturare anche le zucche che sono state raccolte e ora possiamo cucinarle! Voi come le preparate?


Io vi lascio questa ricetta che ho provato già diverse volte è gustosissima ed è anche veloce da fare...

INGREDIENTI x due persone

500 gr di zucca
1 finocchio
uno spicchio d'aglio
una decina di capperi sotto sale
olio extravergine di oliva
sale  e pepe qb

PREPARAZIONE
Sbucciate la zucca e tagliatela a fette dello spessore di 3/4 millimetri, tagliate il finocchio allo stesso modo; in una padella mettete 3/4 cucchiai di olio, la zucca, il finocchio e anche l'aglio, fateli cuocere per una decina di minuti, mescolando ogni tanto, a questo punto tagliate a pezzetti i capperi (che avrete lavato precedentemente dal loro sale), e fate cuocere per altri cinque/diedi minuti, [il tempo di cottura dipende da quanto vi piace cotta la verdura, io dopo 15 minuti in tutto l'ho tolta dal fuoco, perchè mi piace piuttosto soda] a questo punto togliete l'aglio, regolate si sale, una macinata di pepe e servite!

Buon Appetito l'OcA BongA

domenica 22 luglio 2012

Sfogliatelle alla frutta

Cari amici scusate il mio silenzio, ma il periodo non è dei migliori, e quindi nonostante la cucina sia sempre aperta e la tavola spesso apparecchiata, :D tutto finisce li... Ma oggi, complice il mal tempo,  mi andava di condividere con voi un dolcetto semplice e velocissimo da fare. Vi lascio la ricetta e visto la mia incostanza vi auguro una felice estate! A presto Arianna
 


INGREDIENTI:
Un rotolo di pasta sfoglia
4 prugne mature
4 cucchiai di zucchero di canna
30 grammi di uva sultanina
10 mandorle tritate
1 pesca
zucchero a velo 


PREPARAZIONE:
Srotolate la pasta sfoglia, io per sfruttare tutto l'impasto ho tagliato la pasta in forme quadrate e rotonde; in un tegame fate cuocere le prugne e lo zucchero di canna, se sono mature come lo erano le mie basteranno 15 minuti per avere una "marmellata" veloce, aggiungete l'uva, e fate raffreddare.  Tagliate la pesca a fettine sottili, mettete su ogni ritaglio di pasta un po' della "marmellata", e una fettina di pesca, e per ultimo aggiungete la granella di mandorle.
Infornate in forno caldo a 180 gradi per 15/20 minuti dipende molto dal  forno. Fatele raffreddare e spolveratele con lo zucchero a velo! 
Buon Appetito l'OcA BongA

giovedì 14 giugno 2012

TORTINO alle ERBETTE

Prima che le temperature si alzino e si venga catapultati nell'estate...(io  non vedo l'ora e voi??!!!) ho  acceso il forno per preparare un semplice tortino, buono sia caldo che freddo...mangiato in ufficio il giorno dopo, è buono da leccarsi i baffi =^:^= parola di gatta! :D

L'impasto è quello della pasta brisè rapido da preparare, e il ripieno è semplicissimo, io ho preso tutte le foglie che avevo in frigo... qualche foglia di bietola, spinaci, e scarola, un avanzo di prosciutto cotto (ma non è indispensabile....) e una buona ricotta!
Vi lascio di seguito la ricetta e vi  auguro un buon fine settimana io andrò in spiaggia e voi che farete?


INGREDIENTI PER LA PASTA BRISE'
250 grammi di farina Molino Rosignoli
80 grammi di burro freddo
mezzo bicchiere d'acqua fredda
sale QB
Lavorate in una terrina il burro tagliato a pezzi e la farina, non usate le mani perché il calore scioglierebbe il burro, lavoratelo fino ad ottenere un composto farinoso; dopo di che disponete a fontana sul tagliere, aggiungete l'acqua fredda, impastate velocemente e poi mettetelo a raffreddare in frigo per una trentina di minuti.

INGREDIENTI PER IL RIPIENO
5 foglie di bietola
200 grammi spinaci 
5 foglie di scarola (io ho usato le più esterne quelle più dure)
200 grammi di ricotta
1 uovo
50 grammi di prosciutto cotto in una sola fetta
1 spicchio d'aglio
olio extra vergine di oliva
sale pepe qb
Lavate tutte le foglie; in una padella calda mettere un cucchiaio di olio  l'aglio in camicia e tutte le foglie, chiudete con il coperchio per qualche minuto, spegnete e lasciate intiepidire.
Stendete la pasta, prendete una teglia copritela con la carta forno e sistemate la pasta stesa, dovrete fare un bel bordo (altrimenti il ripieno se ne andrà...) in una ciotola mettete tutte le erbette (togliete l'aglio), il prosciutto cotto tagliato a dadini, la ricotta e l'uovo, salate pepate ed amalgamate bene, con l'aiuto di una forchetta mettete il composto sulla pasta; accendete il forno a 180 gradi, e infornate per una trentina di minuti! Buon Appetito l'OcA BongA



lunedì 28 maggio 2012

Pennoni radicchio rosso e pancetta

Presto che è tardi!! :D Vi lascio questo piattino di pasta, veloce ma di grande soddisfazione... la pasta che ho usato, è di quelle speciali, mi è stata gentilmente offerta dal Pastificio Verrigni, vi consiglio di provarla è buonissima!



 

INGREDIENTI PER DUE AFFAMATI:
80 grammi di pancetta affumicata
3 foglie di radicchio rosso
1 scalogno
olio extravergine di oliva
sale pepe qb

PREPARAZIONE:
Portate ad ebollizione l'acqua per la pasta, nell'attesa... tagliate a pezzetti lo scalogno,e poi fatelo rosolare in una padella con un filo d'olio, quando si sarà imbiondito, aggiungere la pancetta e dopo qualche  minuto aggiungete anche il radicchio tagliato fine, e terminate la cottura; scolate la pasta al dente ed aggiungetela al condimento, spadellate il tutto per qualche secondo ancora...e via....ad impiattare!!
Buon Appetito l'OcA BongA

lunedì 14 maggio 2012

Purè di patate e cavoli

Avrei voluto scrivere questo post ieri, ma la domenica permettiamoci un po' di lentezza...quindi pian pianino, prima un giro sotto la pioggia...poi trucco e parrucco con la sister...un pisolo sul divano...un bel libro da finire...insegnare al papà lo "strano mondo di facebook"... insomma, niente ricetta....peccato, perchè questo post ieri  sarebbe stato...sereno, come lo ero io del resto... :)
Ma oggi è un'altro giorno...e contando le poche ore che rimangono di questa giornata triste, vi lascio questa piccola ricetta che ho provato ieri, ma avrei tanto apprezzato anche oggi, perchè è una sanissima coccola


Ingredienti:
2 foglie di cavolo
1 grossa patata
mezzo bicchiere di latte
15 grammi di burro
sale e pepe qb

Preparazione:
Ho bollito la patata con la buccia in acqua salata, io ho messo sullo stesso tegame il cestello per la cottura al vapore con dentro le foglie di cavolo precedentemente lavate, a fine cottura ho sbucciato la patata e l'ho schiacciata con una forchetta, ed ho tagliato le foglie di cavolo a piccoli pezzi. Ho messo entrambe in un tegame a fuoco basso ed ho aggiunto il burro a pezzetti, ho mescolato bene, ed aggiunto il latte a filo (aggiungetelo un poco per volta, potrebbe bastare anche meno), ho poi frullato tutto, per qualche minuto fino a quando ho ottenuto una consistenza cremosa. Aggiungete il sale e il pepe e servite subito!!
Buon Appetito l'OcA BongA

venerdì 4 maggio 2012

Vacanze romane e la focaccia

Eccomi di ritorno, dopo tanto lavoro mi sono concessa una bella vacanza a Roma! Erano anni che non ci andavo,  li ho alcuni amici, e questo viaggio è stata una buona occasione per rivederli! Che belle le rimpatriate e che bella Roma! Non si finisce mai di scoprirla, per fortuna sono una brava camminatrice e a piedi si riesce proprio a viverla tutta, se poi ci aggiungiamo che non so tenere in mano una cartina geografica.....allora di km se ne fanno anche di più!  :D
Ma torniamo a Roma... tanto camminare quindi...tanto mangiare... :D
Carbonara, gricia, matriciana...ma quanto sono buone!!! Prossimamente vi toccherà di vederle anche qui, anche perchè ho iniziato una nuova collaborazione e mi sembra un'ottima occasione per parlarne.
Oggi però vi lascio una fantastica focaccia, perchè, come ho potuto verificare di persona...non c'è ristorante a Roma dove nel cestino del pane (già speciale!) ci sia anche la focaccia...vogliamo parlarne? Appena appena caldina...con un profumino delizioso....con una crosticina croccante...e che sofficità la mollica....hummmmmm
Bene non mi restava che provare a rifarla...e ci sono riuscita!!! Dopo tanto sbirciare in giro, (ho sbriciato anche da voi eh!) Be insomma alla fine ne ho scelta una, già provata da due foodblogger di tutto rispetto..lei e lei, che a loro volta l'avevano presa da Locatelli!! Io mi sono fidata ciecamente e sono stata molto soddisfatta del risultato! Quindi eccola qui la mia focaccia romana, vi consiglio di provarla!



INGREDIENTI e PROCEDIMENTO
li riporto come li hanno indicati loro, mi sembra inutile modificare una focaccia ben riuscita!! 

per l’impasto
farina manitoba 250g Molino Rosignoli
farina 00 250g Molino Rosignoli
lievito di birra fresco 15g
acqua a 20°C 225g (nota: questa è la quantità indicata dal Locatelli, nella pratica ci va un po’ più acqua, diciamo fra i 50 e i 75ml in più, si può fare tranquillamente a occhio, aggiungendone poca poca fino a ottenere un’impasto che si possa girare con un cucchiaio)
olio d’oliva extravergine 2 cucchiai
sale 10g 

per la salamoia
acqua a 20°C 65g
olio d’oliva extravergine 65g
sale 25g
Mescolare tutti gli ingredienti della salamoia e farli emulsionare, con una forchetta per esempio, fino a ottenere un liquido cremoso e omogeneo, di un colore verdolino.
In una ciotola capiente, mescolare le farine e il sale, versare al centro l’olio e il lievito sciolto nell’acqua, mescolare bene il tutto con un cucchiaio, poi ungere la superficie dell’impasto (senza averlo impastato) con poco olio e lasciar riposare, coprendo la ciotola con un panno, per 10 minuti.
Ungere poi una teglia da forno (l’ho rivestita con della carta da forno prima :-), riversarci l’impasto (che fra parentesi rimane molto soffice), ungere di nuovo leggermente la superficie e lasciar riposare per 10 minuti.
Poi, usando il matarello, partendo dal centro, stendere leggermente la focaccia, una volta verso il basso, e una volta (sempre partendo dal centro) verso l’alto, senza premere troppo, delicatamente insomma, in modo da non rompere le bolle d’aria che si stanno formando all’interno. Lasciar riposare per 20 minuti.
A questo punto, con la punta delle dita, formare tanti bucchetti sulla superficie dell’impasto, rimescolare la salamoia e versarla tutta sulla focaccia, riempiendo tutti i buchetti formati prima. Lasciar riposare di nuovo per 20 minuti.
Infine, volendo, si può aggiungere un po’ di rosmarino o di olive (io non ci ho messo nulla) e infornare il tutto a forno già caldo a 220°C, lasciando cuocere per 25-30 minuti o finché la focaccia non sia dorata. Lasciar intiepidire su una griglia prima di servire.
Buon Appetito lOca Bonga 







martedì 10 aprile 2012

Focaccia ai 2 formaggi e broccoli

Buona Pasqua!!!!
Si lo so, che è già passata e archiviata..ma io arrivo solo ora...e quindi ancora una volta Buona Pasqua a tutti!!!
Qui niente passeggiate ne gite fuori porta, il tempo non è stato per nulla clemente, comunque si è fatto il possibile per stare bene e certamente si è mangiato tanto!!! :D Vi lascio questa focaccia che ho preparato il Venerdì Santo, e che potrei mangiare anche tutti i venerdì! :D

Ingredienti per la pasta della pizza (500 grammi)
500 grammi di farina per pizza Molini Rosignoli
un panetto di lievito fresco o una bustina di quello secco
acqua qb
PREPARAZIONE
Sbriciolate il panetto di lievito e mettetelo in un bicchiere di acqua tiepida, mescolate fino al completo scioglimento. Mettete la farina a fontana su una spianatoia e versatevi al centro il lievito diluito nell'acqua, iniziate a mescolare prima con una forchetta e poi con le mani, amalgamando gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo, che non si dovrà attaccare alle dita. [questa è la parte che preferisco] :D Formate una palla e diponetela in una ciotola capiente, copritela con un canovaccio e mettetela a lievitare in un luogo tiepido, per almeno due ore.

Ingredienti per la farcitura di due focacce
400 grammi di broccoli al vapore
200 grammi di mozzarella
120 grammi di taleggio
Olio extra vergine di oliva qb
Sale qb

PREPARAZIONE
Cuocete al vapore i broccoli, salateli e conditeli con un filo di olio lasciateli poi intiepidire, tagliate a pezzetti i due formaggi.

Io ho preparato due focacce di forma rotonda; dividete in due pagnotte l'impasto della pizza e stendetelo con il mattarello, picchiettatelo con le dita e ponetelo in una teglia, distribuite la farcitura, prima i formaggi e poi i broccoli.
Infornate in forno già caldo a 180 gradi, le mie si sono cotte in 30 minuti. Servitele caldissime!
Buon Appetito l'OcA BongA


giovedì 29 marzo 2012

Barette alle carote con farina integrale

Eccomi di ritorno a casa...la mia settimana da cat-sitter è terminata ieri, quindi di prima mattina, dopo i saluti (io) e i leccotti sul naso (lui) ho chiuso la porta e me ne sono tornata a casa mia!

L'idea di questo dolce mi è venuta una sera vedendo un gran numero di carote nel cassetto della verdura..come farle sparire tutte in baleno!!?? Così...


INGREDIENTI
300 grammi di carote
2 uova
mezzo bicchiere di olio di semi di mais
100 grammi di zucchero di canna
120 grammi farina integrale Molino Chiavazza
60 grammi di fecola di patate
100 grammi di mandorle tagliate a pezzetti
un cucchiaino di lievito per dolci vanigliato

PREPARAZIONE
Lavate le carote e grattugiatele, in una ciotola amalgamate la farina con la fecola e le mandorle, in un altra sbattete le uova  e incorporate lo zucchero, unite il composto in una sola ciotola aggiungete l'olio a filo e per ultimo il lievito. Amalgamate  il composto e livellatelo in una teglia, io ne ho usata una rettangolare perché mi piaceva l'idea di tagliarla a fettine rettangolari.  Infornate a 180 gradi per 30 minuti circa. Io l'ho poi fatta raffreddare e l'ho cosparsa di zucchero semolato. Buonissima!!
Buon Appetito l'OcA BongA 

Con me in cucina per questa ricetta  il Ghifolo =^:^= prima interessato poi assonnato...poi addormentato :D Alla prossima vacanza...dei tuoi!! :D

domenica 18 marzo 2012

FARINATA DI CECI E CIPOLLE CARAMELLATE

Pant pant...eccomi! Ci sono...sempre di corsa da un po' di tempo, ma va bene così! :D
Ho pensato che se non avessi approfittato di questo momento serale..sarebbe passata un altra settimana senza ricettuzza e così eccomi qui a scrivere, sarò breve perché la ricetta  è semplicissima, si tratta della farinata di ceci, di cui vi avevo già parlato qui, farcita con della cipolla caramellata...eccovi tutto qui di seguito!

Ingredienti per 4 persone per la farinata:
250 gr di farina di ceci Molino Chiavazza
acqua 0.70 ml
sale qb
2  cucchiai di olio extra vergine di oliva
un rametto di rosmarino
pepe qb
 
PROCEDIMENTO:
Stemperate la farina nell'acqua formando una pastella dalla consistenza liquida, facendo attenzione che non si formino dei grumi. Aggiungete un rametto di rosmarino e fate riposare per almeno un'ora.
Dopo di che togliete il rosmarino, aggiungete l'olio, il sale e mescolate il tutto.
Versate in una teglia uno strato di un centimetro (io ne ho fatte 2).
Mettete in forno caldo a 200 gradi per 10/15 minuti, (io 15 ma l'ho guardata a vista perché il profumo era tanto e avevo paura che si bruciasse). Sfornate aggiungete il pepe  e servite calda.
 
INGREDIENTI PER LE CIPOLLE CARAMELLATE:
3 cipolle rosse
40 grammi di zucchero di canna
30 grammi di aceto balsamico
Olio estravergine di oliva
Sale e Pepe qb
 
PROCEDIMENTO:
Tagliare finemente le cipolle, scaldare l'olio in una padella e rosolare le cipolle, salare e pepare.Quando saranno quasi cotte aggiungere lo zucchero di canna e lasciare caramellare, per ultimo aggiungete l'aceto balsamico e lasciare evaporare per qualche minuto. Servite calde tiepide o fredde....e direte..mai più senza!:D
Buon Appetito l'OcA BongA

mercoledì 7 marzo 2012

LE RONDINI e una ricetta

LE RONDINI di Lucio Dalla
 
Vorrei entrare dentro i fili di una radio
E volare sopra i tetti delle città
Incontrare le espressioni dialettali
Mescolarmi con l’odore del caffè
Fermarmi sul naso dei vecchi mentre leggono i giornali
E con la polvere dei sogni volare e volare
Al fresco delle stelle, anche più in là
Sogni, tu sogni nel mare dei sogni.

Vorrei girare il cielo come le rondini

E ogni tanto fermarmi qua e là

Aver il nido sotto i tetti al fresco dei portici
E come loro quando è la sera chiudere gli occhi con semplicità.

Vorrei seguire ogni battito del mio cuore

Per capire cosa succede dentro

e cos’è che lo muove

Da dove viene ogni tanto questo strano dolore

Vorrei capire insomma che cos’è l’amore
Dov’è che si prende, dov’è che si dà...

Ci sono canzoni che sono come poesie e questa secondo me lo è.

  ----------------------------------------------
 La ricetta di oggi è semplice e molto molto gustosa, l'ho già preparata diverse volte ma non avevo mai avuto modo di "rubare" una foto, dico una! Mica un book fotografico...!!! :D ma si sa come vanno le cose..comunque eccolo qui, lo scatto rubato, insieme alla ricetta!


INVOLTINI DI CARNE CON PANCETTA E PRUGNE

INGREDIENTI per 4 persone
8 fette di lonza di maiale
8 fette di pancetta sottilissima
una decina di prugne secche private del nocciolo
un bicchiere di marsala semi secco
1 spicchio d'aglio
olio extra vergine di oliva, sale pepe qb

PREPARAZIONE:
Su ogni fettina di carne, stendete una fettina di pancetta, arrotolate la carne e fermatela con uno stuzzicadenti.
In una padella mettete l'olio e lo spicchio d'aglio, rosolate gli involtini rigirandoli su tutti i lati, in questo modo la carne si sigillerà e sarà possibile togliere lo stuzzicadenti (che a me non piace!! :D). Togliete l'aglio, con le mani rompete grossolanamente le prugne  e mettete a cuocere con la carne per cinque minuti, a questo punto, con l'aiuto di un cucchiaio di legno cercate di far sciogliere qualche pezzetto di prugna, strofinandolo sugli involtini in modo che la carne si insaporisca maggiormente. Cuocete altri 10 minuti. Versate il bicchiere di marsala nel tegame e fate evaporare, salate, pepate e servite!
Con questa ricetta partecipo al contest di "Le ricette dell'amore Vero"


 
Buon Appetito l'OcA Bonga =^:^=



martedì 28 febbraio 2012

CROSTATA DI MELE ANNURCA

ARI-eccomi qui a scrivere, oggi ho pensato di dividere in due questo post, tra qualche riga leggerete di una ricetta per una crostata friabile e profumatissima con cui partecipo al contest 


in collaborazione con 

Bibliotheca Culinaria

 La mia ricetta è stata presa dal libro, Tradizione gusto passione. Viaggio tra i sapori italiani Volume 2 Sud e Isole R. Corradin  e P. Rancati; a me è stato regalato per il mio compleanno ed è stato graditissimo! Lo dico?!? Eh si lo dico! Regalatemi un libro e mi farete felice! :D

Dopo la ricetta invece troverete il racconto e qualche foto del mio ultimo fine settimana, immagino che non interessi a tutti.. :D ma a qualche amico si e così potrà guardare le foto di quello che si è perso!! :D

Parte prima...

 Ricetta per LA CROSTATA DI MELE ANNURCA

INGREDIENTI:

Per la pasta frolla:

500 grammi di farina del Molino Chiavazza

150 grammi di zucchero (io 100 grammi)

50 grammi di zucchero di canna

200 grammi di burro morbido a tocchetti

un pizzico di sale

2 uova

PER IL RIPIENO

1 kg di mele annurca (io ne avevo 6 e non so quanto pesassero)

80 grammi di uva passa

50 grammi di pinoli (io 50 grammi di mandorle tritate)

100 ml di rum bianco

150 grammi di zucchero (io 100 grammi)

2 chiodi di garofano pestati al momento

cannella in polvere

un bacello di vaniglia (io una mezza fialetta)

zucchero a velo per guarnire

PREPARAZIONE:

Mettete l'uva passa a bagno in un po' d'acqua tiepida per ammorbidirla, al momento di usarla scolatela e asciugatela. Amalgamate tutti gli ingredienti della frolla fino ad ottenere una pasta omogenea e liscia, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela a riposo in frigorifero per circa un'ora. Preparate il ripieno, sbucciate le mele e tagliatele a pezzetti, mettetele in una casseruola con lo zucchero, il rum, l'uva passa, i pinoli, le mandorle tritate, i chiodi di garofano pestati e ridotti in polvere, la vaniglia (se avete il bacello, incidetelo per il lungo con un coltellino, e usate la polpa interna), e la cannella. Cuocete a fuoco basso per circa 15 minuti. Togliete dal fuoco e fate raffreddare. Stendete la pasta  frolla in una sfoglia piuttosto spessa e mettetela in una tortiera del diametro di 26 centimetri, (io ho usato la carta forno), foderate con la pasta fino ai bordi e poi togliete la parte in eccesso, reimpastate velocemente questi avanzi e formate delle strisce per poi creare la caratteristica griglia della crostata, e tenetele da parte; bucherellate il fondo della pasta con una forchetta e poi versate il ripieno, pareggiatelo e poi  disponete sul composto le strisce preparate poco prima. Cuocete la costata in forno caldo a 180 gradi per 20 minuti circa, o finchè la pasta risulterà ben dorata. Lasciate raffreddare e spolverizzate con lo zucchero a velo. Che profumo irresistibile!!!!

Buon Appetito l' OcA BongA

Parte seconda.. ;D

Dopo l’emergenza neve finalmente la  primaveraaaaa! Non so come sia il tempo da voi, spero bello come qui, ci sono sbalzi di temperatura incredibili dai 2 gradi della mattina ai 20 del pranzo, (non credo sia una cosa normale...fa niente...che bello la primavera in anticipo!!! almeno si scioglierà tutta quanta la neve, sembra incredibile ma ce ne sono ancora delle montagne in giro!! Comunque complice il bel tempo lo scorso fine settimana, sono stata a Viareggio a trovare un’amica, mi ha fatto visitare un po’ i dintorni e non poteva mancare un giro al carnevale; nella Cittadella del Carnevale dentro a degli enormi hangard vengono costruiti e custoditi i carri in attesa delle sfilate, non sono un’appassionata del carnevale ma a vedere con quanta cura vengono realizzati i carri, si rimane a bocca aperta!! Se vi interessa il prossimo è l’ultimo fine settimana io ve lo consiglio, e vi consiglio anche un giro in battello sul lago di Massacchiuccoli, a Torre del lago Puccini, dove Giacomo Puccini visse e compose numerose opere; durante la gita immersi nella natura si ascoltano le sue opere e si perde un po’ la cognizione del tempo, una gita di puro relax, immersi nella natura, un posto bellissimo! Vi lascio qualche foto augurandovi una buona settimana! Baci Arianna
















domenica 19 febbraio 2012

Orzotto con feta e porri

Buona domenica a tutti!
Oggi vi lascio una ricetta semplice, che si prepara anche molto rapidamente! Una zuppetta  saporita e profumata, che in queste fredde giornate fa un gran piacere assaggiare! L'idea nasce sempre dando uno sguardo all'interno del frigorifero... :D che mai come in questi giorni di neve è stato così vuoto! Facevano bella mostra di sè un mezzo porro e un pezzetto di feta...e nella dispensa un piccolo sacchettino d'orzo... vi racconto com è andata! :D

INGREDIENTI:
100 grammi d'orzo a cottura rapida
un pezzetto di feta
un mezzo porro
parmigiano a piacere
sale pepe qb

PREPARAZIONE:
Portate ad ebollizione un tegame con acqua, mettete il sale, appena bolle mettete il porro tagliato a rondelle e cuocete per qualche minuto, dopodichè toglietelo dall'acqua e mettete da parte; nella stessa acqua fate bollire l'orzo per il tempo indicato sulla confezione. Quando sarà cotto scolatelo, e mettetelo in un piatto con la feta tagliata a pezzetti e il porro; aggiungete una grattugiata di pepe e parmigiano a piacere!
Buon appetito l'OcA BongA

Con questa ricetta pertecipo al giveaway chiccoso e stiloso di












http://www.zalando.it/