giovedì 18 febbraio 2010

Brasato al Sangiovese di Romagna

http://www.lacucinaitaliana.it/Con questa ricetta, che avevo già pubblicato tempo fa, partecipo al Consorso indetto da "La Cucina Italiana", che molto gentilmente mi ha avvertito dell'evento lasciandomi un messaggio, a me già il fatto che "La Cucina Italiana" abbia trovato l'Oca Bonga...mi lusinga assai!!! :D
E' quindi con orgoglio che vi ripeto il post!!


   
Premetto che è la prima volta che faccio il brasato, aggiungo che per sentito dire avevo una minima idea di come si facesse, ma siccome non bazzico quasi mai su internet :D eh nooo.. non ho avuto voglia di verificare se le informazioni che avevo fossero giuste...così l'ho fatto affidandomi ai ricordi..o meglio dire al caso...il risultato è stato ottimo però magari con il vero brasato non ha nessuna parentela...ma...chisenefrega era buono!!!
Qui sotto troverete quindi la mia ricetta del Brasato al Sangiovese di Romagna tra l'altro questo vino l'ho avuto partecipando ad una gara podistica (non competitiva per me) La Carletta, su percorso misto zona Rimini alta, posti e panorama bellissimi. Come al solito l'importante era "portare a casa la pelle" :D ed è andata bene... l'ultimo mezzo chilometro dopo un bicchiere di vino bianco, dolce come aranciata, è stato un lampo arrivare!! :D

INGREDIENTI per due persone

400 grammi di manzo
1 grossa carota
1 costa di sedano
mezza cipolla
1 bicchiere colmo di Sangiovese portato a casa con fatica :DD
olio extra vergine di oliva
sale e pepe qb

 
PREPARAZIONE

In un tegame fate soffriggere la cipolla tagliata a pezzetti, fate un battuto (non troppo fine) anche con la carota e il sedano, aggiungetelo alla cipolla, dopo qualche minuto mettete anche il pezzo di carne, fate rosolare bene su tutti i lati, quando avrà preso colore, versateci sopra il bicchiere di vino fate sfumare e poi aggiungete un bicchiere d'acqua, regolate di sale e pepe e coprite il tegame con il coperchio, fate cuocere per circa un'ora. Terminata la cottura tagliate al carne a fette, con le verdure rimaste nel tegame potete fare una salsa mettendole nel frullatore, io ho preferito lasciarle così com erano...la fame era tanta!

Buon appetito l'OcA BongA

10 commenti:

  1. Sembra delizioso e invitante!

    RispondiElimina
  2. Grazie Iana! La foto non è un granché però il brasato lo era...per fortuna!! Ciao a presto

    RispondiElimina
  3. certo che se è venuto buono con il vino della carletta vuol dire che il piatto è eccezzzzzzzzzzzzionale!!!!!!!! comunque in casa abbiamo un carletta 2008 e un carletta 2009... quindi spero che la mia cuoca si eserciti...ciaooooo

    RispondiElimina
  4. Si Massimo forse è l'unico modo per consumare quel vino!!! Stampa la ricetta alla tua cuoca a volte è faticoso anche quello per lei!! :DDDDD

    RispondiElimina
  5. ieri la mia cuoca mi ha fatto il brasato ;-))))))))))) buonissimo, grazie oca bonga!!!
    mi dai qualche consiglio su che carni utilizzare?

    RispondiElimina
  6. Ciao! Partecipa anche tu al concorso del mese de LA CUCINA ITALIANA: IL BRASATO!

    Per maggiori info:
    http://www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=862&ID=337208&csuserid=2112&ar=

    Scade il 10-03-10.
    Buon lavoro!

    RispondiElimina
  7. Un bacio ed un abbraccio grande dalla Tunisia ^_^
    a presto

    RispondiElimina
  8. devo decidermi a postarlo..ma ho una foto bruuuutta!:DD io invece il brasato lo faccio con la salsa di prugne di accompagnamento,,me l'ha insegnato un 'amica.....

    RispondiElimina
  9. @ Roberta grazie!!
    @ Pagnottella che sana invidia che mi fai!!! :D
    @ Genny più brutta di questa è impossibile!!!! Mi incuriosisce la salsa di prugne, dai pubblicala e partecipa al concorso!! :D

    RispondiElimina

Ciao sarò felice se lascerai un tuo commento o un semplice saluto. Se non hai un account blogger, clicca su nome/url e lasciami il tuo parere!!!